Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
 enjoy-life

Guida base per imparare a usare il PC – come deframmentare Windows

19 Novembre 2012 Con tag #Utilizzare meglio il computer

Guida-PC-episodio-13-defram.jpg

Deframmentare un disco rigido... anche se è da poco che hai a che fare con un computer e non ti consideri un esperto, probabilmente è una frase che hai già sentito. Hai mai deframmentato un PC? Se la risposta è no e l'idea ti mette anche una discreta ansia, continua a leggere. Scoprirai che è un'operazione molto semplice e che apporta grandi benefici alle prestazioni del tuo computer: i PC correttamente deframmentati diventano infatti più veloci nell'esecuzione di programmi e comandi.

Ma cos'è la deframmentazione? O meglio, quando e perché un disco si dice "frammentato" e ha bisogno di essere "deframmentato"?

Scopriamolo insieme in questo nuovo episodio della Guida base in PDF per imparare a usare il PC!

Perché deframmentare?

Se usi il tuo computer da qualche anno, avrai sicuramente installato vari programmi e salvato innumerevoli documenti e file. i file occupano una certa quantità di spazio su disco, più o meno importante, spazio che si misura in bit e byte (1 byte = 8 bit) e multipli di byte (KiloByte, MegaByte, GigaByte, TeraByte e via dicendo). Un settore di memoria del disco rigido può memorizzare 512 byte (mezzo KB). Tutti i file superiori ai 512 byte occupano quindi più di un settore. I programmi e i giochi che installiamo su un computer possono quindi occupare moltissimi settori di memoria.

Leggi gli altri episodi!

Ti è piaciuta questa guida per imparare a usare il PC? Puoi dare un'occhiata all'indice degli altri episodi.

Ora, se installi un programma su un computer nuovo, Windows memorizzerà i file che costituiscono quel programma tutti di seguito in settori consecutivi del disco fisso. Ma se l'hard disk del tuo PC è stato sottoposto a molte disinstallazioni di programmi, cancellazioni di file e aggiornamenti, Windows installerà i nuovi programmi nel primo "buco" disponibile.

Per spiegarmi meglio, userò una metafora gastronomica: geni del computer, tappatevi le orecchie... ops, gli occhi!

Immagina di avere un disco pieno e di dover cancellare programmi e file per fare spazio: dopo la cancellazione, il risultato è un disco di memoria con dei "buchi" liberi, una specie di groviera virtuale. Al momento di installare nuovi programmi o salvare nuovi file, Windows occuperà quei buchi riempendoli di informazioni riguardanti programmi diversi rispetto ai settori immediatamente precedenti e immediatamente consecutivi e questo causerà la frammentazione.

Quindi, un disco si dice frammentato quando i file che compongono un programma non possono essere letti in sequenza. Come avrai intuito questo significa anche un aumento del tempo necessario per trovare le informazioni e quindi per avviare il programma. L'operazione di deframmentazione ricrea ordine tra i file salvati e quindi velocizza l'esecuzione di programmi e comandi. In poche parole: dopo la deframmentazione il tuo computer tornerà veloce e scattante com'era durante le prime settimane d'uso.

Deframmentare il disco su Windows 7

Windows include un programma per deframmentare l'hard disk: se hai Windows 7, per aprirlo basta cliccare sul pulsante Start e cercare nel campo di ricerca la parola "deframmentazione". Come vedi nell'immagine qui in basso, apparirà come primo risultato Utilità di deframmentazione dischi: cliccaci sopra per aprirlo.

In ogni caso, puoi trovare Utilità di deframmentazione dischi seguendo un percorso come questo Tutti i programmi > Accessori > Utilità di sistema.

Ecco come si presenta Utilità di deframmentazione dischi una volta aperto.

Nel mio caso l'utility è configurata per autoavviarsi una volta a settimana: ogni mercoledì all'una di notte. Ecco perché la partizione C: presenta l'incoraggiante cifra di un 0% di frammentazione.

Puoi pianificare la deframmentazione del tuo PC nel momento più comodo per te cliccando su Configura pianificazione. Tieni in considerazione che la deframmentazione va a buon fine anche se stai lavorando al PC (si dice che "lavora in background"), ma è sempre meglio lasciare in pace il computer mentre fa questo tipo di lavoro: Microsoft consiglia addirittura di disattivare anche il salvaschermo per garantire la massima efficacia del processo.

Se vuoi scoprire subito quanto è frammentato il tuo disco, clicca su Analizza disco e aspetta qualche minuto: nella colonna Stato apparirà il responso. Se la percentuale di frammentazione è superiore al 10% è consigliabile deframmentare.

Se vuoi iniziare subito la deframmentazione, basta cliccare sul pulsante Deframmenta disco e... andare a fare una passeggiata! Deframmentare un disco, specie se non lo fai da anni, può essere un'operazione molto lunga!

 

Condividi post

Repost 0

Commenta il post